Questo sito utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per permettere una migliore esperienza di navigazione. Cliccando ok, continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. Per saperne di più

L'Associazione

L’Associazione Pink Project nasce a Capo d’Orlando il 13 febbraio 2008. Risponde in particolare Legge n. 383 del 7 Dicembre 2000, alla L.r. 3 gennaio 2012, n. 3 (Regione Siciliana) – Norme per il contrasto e la prevenzione alla violenza di genere – alla Legge Regionale 31 luglio 2003, n.10 - Norme per la tutela e la valorizzazione della famiglia. E' un Ente di Promozione Sociale.

Opera dal 2008, in collaborazione con Enti Pubblici e Privati, per promuovere i principi di Pari Opportunità, contrastare la violenza, in particolare contro le donne, rimuovere ostacoli e barriere ed ogni forma di discriminazione. E’ legittimata, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le Pari Opportunità, ad agire in giudizio, in nome e per conto, o a sostegno dei soggetti passivi delle discriminazioni basate su motivi razziali o etnici. L’Associazione è, inoltre, componente del Gruppo Nazionale di Lavoro del "Piano Nazionale d'Azione contro il Razzismo, la Xenofobia e l'Intolleranza 2013 -2015".

Dal 2011, l’Associazione aderisce alla rete territoriale dell'Osservatorio provinciale AntiDiscriminazioni di Messina, per la prevenzione ed il contrasto delle discriminazioni, in qualità di Punto Informativo UNAR (UNAR è l’organismo nazionale istituito alla fine del 2004 con il D.Lgs n. 215 del 2003 in attuazione della Direttiva europea n. 43 del 2000 che ha affermato e rafforzato in tutta l’Unione Europea il diritto alla parità di trattamento e non discriminazione, con il compito di prevenire le discriminazioni, eliminare le cause e promuovere la parità di trattamento nei diversi ambiti del vivere civile).

L’Associazione opera attraverso la progettazione sociale, lavorando sui dati territoriali che provengono dalla lettura ed elaborazione dei bisogni raccolti attraverso l’attività dello Sportello di Parità, che è un desk di raccolta, ascolto, sostegno ed orientamento, per la promozione di azioni positive in favore di soggetti in stato di disagio fisico, sociale, economico, personale, lavorativo/occupazionale. Lo sportello si rivolge a cittadine e cittadini: su specifiche richieste e bisogni relativi a tematiche afferenti il diritto alle pari opportunità di trattamento in qualsiasi ambito; agli Enti locali: per informazioni e collaborazioni sulle tematiche paritarie, sugli organismi di pari opportunità territoriali, regionali e nazionali, sullo sviluppo di Progetti di politica sociale attiva; alle Imprese, Categorie economiche, OOSS, Aziende USL: per informazioni e collaborazioni sulla realizzazione di Progetti integrati.